Pergamena 384

  • ID: 384, II
  • Data cronica: 1734 novembre 10
  • Regesto: Giovanni Teodosio Misani di Samedan, abitante a Tirano, agente a suo nome e per conto di sua sorella Orsola, dichiara di aver ricevuto completa soluzione del debito di 250 lire impieriali da Antonio Zala, altro Antonio Zala nipote del suddetto, di Brusio, Pietro Zala, agente a suo nome e per conto di sua moglie, Pietro Menigatto, Antonio Tonta e Stefano de Piazo, quest'ultimi due agenti a loro nome e per conto delle rispettive mogli, Domenico Rasigetto, agente a suo nome e per conto delle sue sorelle, nonch√® Maria fu Giovanni Zala de Forba, agente a suo nome e per conto dei suoi fratelli (c. 1v).
  • Lingua: italiano
guarda il regesto